Segretariato regionale dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la Toscana

Il Segretariato regionale dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la Toscana assicura il collegamento tra le linee di indirizzo emanate, per i settori di competenza, dalle Direzioni generali centrali e le attività degli uffici periferici del Ministero presenti sul territorio.
Cura inoltre i rapporti con la Regione, gli enti locali e le altre istituzioni presenti sul territorio e stipula accordi per lo svolgimento di attività di interesse comune, con specifico riguardo alle materie che coinvolgono competenze proprie delle autonomie territoriali.

Il Segretariato ha sede in Palazzo dei Vèliti, via dei Castellani n. 1-3, di proprietà del Demanio dello Stato.

"Questa caserma fu costruita di pianta per uso dei RR. Carabinieri nell'anno 1841-42 in un antico magazzino; e la porzione destinata per l'ufficialità fu edificata sul disegno di Francesco Leoni, nel sito ove esistevano antiche case, demolite espressamente; attualmente vi è accasermata una porzione dei Veliti" (Firenze 1850). Negli anni di Firenze Capitale (1865-1871) l'edificio fu individuato come spazio da annettere alla vicina biblioteca Magliabechiana per ospitare la Biblioteca Nazionale, nata con la riunione dei fondi della stessa Magliabechiana con quelli della biblioteca Palatina di Palazzo Pitti. I lavori di adattamento, diretti dall'ingegner Francesco Mazzei, terminarono nel 1866, seppure con aspri attriti con il bibliotecario della Nazionale che richiedeva un ingresso monumentale ai nuovi spazi direttamente dal loggiato degli Uffizi, in contrasto con il progetto che suggeriva l'ingresso principale all'istituzione da quello già esistente in via de' Castellani, in modo da evitare interventi che avrebbero portato "sconcezza e deturpamento in un luogo sì nobile". Al numero 1 è l'accesso alla Stazione dei Carabinieri Firenze Uffizi.

da C. PAOLINI, Repertorio delle Architetture Civili di Firenze, 2008 (2014), http://www.palazzospinelli.org/architetture/ 

Dal numero civico 3 di via dei Castellani si accede, al terzo piano, all'Ufficio del Segretario regionale, alla Segreteria, all'Ufficio Affari generali e Risorse umane, all'Ufficio Informatizzazione e innovazioni tecnologiche e, al secondo piano, al Centro Operativo Pensioni, all'Ufficio Programmazione - Bilancio e all'Ufficio Appalti - Contratti.
Agli altri Uffici si può accedere anche dal Lungarno Anna Maria Luisa de’ Medici n. 4 lungo la riva destra dell'Arno, tra Lungarno degli Archibusieri e Piazza de' Giudici.